top of page
  • Immagine del redattoreSelena

Ristrutturare casa un pò per volta: 5 motivi per non farlo!

Sebbene l'idea di ristrutturare casa un pò per volta, senza dover fare un trasloco, appaia come la soluzione migliore per la propria serenità mentale e soprattutto per le proprie tasche, vi assicuro (e vi darò prova) che non è così!


Ecco i 5 MOTIVI PER NON FARLO e optare per una ristrutturazione completa "one shot, one kill" (a colpo sicuro!)


1. Incongruenza tra le parti ristrutturate

Immaginate la meraviglia nell'entrare in un fantastico soggiorno-cucina open space appena ristrutturato, con pavimenti nuovi di zecca, battiscopa coordinato, pitture appena eseguite, profumo di nuovo e quella lampada stupenda che cade sull'isola della cucina (nuova pure questa!)....Poi attraversate il corridoio per andare al bagno e vedete piastrelle color salmone con fughe da 1cm ingrigite, battiscopa graffiati e qualche porta ammaccata (con quel marrone mogano un pò venato).

Proseguite ed entrate in bagno, mentre vi lavate le mani notate il silicone tra lavabo e rivestimento che totalmente annerito, vi guardate allo specchio e dal riflesso notate che nell'angolo in alto si è formata una macchia di muffa.



Questo è il momento in cui potreste esclamare:


Ma perchè non ho ristrutturato subito il bagno? Perchè non ho sostituito le porte e coperto quell'orribile pavimento anni '90?

L'effetto che avrà la Vostra abitazione sarà quello di una cozzaglia di stanze senza coerenza e con un'atmosfera disordinata e confusa.

Non ci sarà continuità tra un ambiente e l'altro e quindi vi ritroverete a tenere tutte le porte ben chiuse, per non notare la diversità dei pavimenti, perchè forse le porte sono gli elementi meno orribili da vedere di quella parte di casa che non avete ristrutturato.


2. Difficoltà nel coordinare i lavori

Se si decide di ristrutturare casa un po' alla volta, potrebbe essere difficile coordinare i lavori con le Vostre attività quotidiane. Ciò può portare a disagi, disorganizzazione e ritardi.


Immaginate di avere un unico bagno e di voler ristrutturare solo questo vano.


Se lavorate in smart-working sarete in serie difficoltà, sia per il rumore delle demolizioni sia perchè il bagno sarà inagibile per almeno due settimane (senza considerare imprevisti ed inconvenienti)

.

Dove si va? Al bar sotto casa?

Se lavorate in ufficio, durante il giorno, certamente non avrete problemi, ma la sera dove farete la doccia? Passate da un familiare? Ricordatevi il cambio!!




Inoltre, per ristrutturare un bagno gli operai dovranno attraversare il soggiorno ed anche il corridoio, ciò significa che dovrete far coprire bene i pavimenti, proteggere spigoli e porte e soprattutto coprire gli arredi...


Avete pensato alla polvere?!?



3. Tempi di completamento più lunghi


Questo tipo di ristrutturazione richiede molto più tempo rispetto alla ristrutturazione completa, serve un'attività di pianificazione ben pensata e coordinamento di molte fasi diverse.


Sapete quali sono gli elementi che per primi devono essere ordinati in modo da rendere fluido il lavoro degli operai?

Avete un progetto ben disegnato con le misure, ingombri e spazi ben studiati per avere un bagno funzionale?

Avete pensato all'illuminazione ed a tutto l'impianto elettrico?


Se non siete davvero ben pianificati e non avete le idee chiare almeno un mese prima, ciò può portare a tempi di completamento del progetto più lunghi ed anche tempi dilatati nell'esecuzione del lavoro.



4. Niente Bonus!

Stavate forse pensando di usufruire delle detrazioni fiscali al 50%?

Mi dispiace, non si può fare.



Alcuni interventi, eseguiti singolarmente non richiedono il deposito di una pratica edilizia, quindi:

nessuna pratica, nessuna detrazione!

... ed aggiungo: iva al 22% su ogni intervento!


Alcuni esempi: posare un nuovo pavimento demolendo l'esistente, modificare l'impianto elettrico, dipingere le pareti e soffitti.


Dimenticate:

  • Bonus edilizio,

  • Bonus mobili,

  • Bonus idrico,

  • Bonus verde (per chi possiede un giardino).


Questo si traduce in un unico concetto fondamentale per Voi: mancato risparmio!!



5. Costi più elevati

Vien da sè che non potendo usufruire di alcun bonus, i costi saranno maggiori rispetto a quelli di una ristrutturazione completa, ma non solo...


Ristrutturando a più riprese saranno moltiplicati molti costi, ecco alcuni esempi:

  • noleggio della navetta per le macerie,

  • occupazione del suolo pubblico per parcheggiare la navetta,

  • teli e nylon per coprire e proteggere le zone non interessate dagli interventi,

  • installare e disinstallare ogni volta l'argano per trasportare i materiali dalla strada al piano,

  • la manodopera.

In sostanza si riparte dal punto zero ogni volta.


Se un'impresa acquisisce un lavoro di ristrutturazione completa riuscirà ad abbattere non solo i costi ma anche i tempi per eseguire i lavori.


Fate attenzione!

Non vi sono solo costi economici ma anche "emotivi", ristrutturare un pezzetto alla volta Vi richiederà molto tempo per progettare, pensare ed organizzare, questo si traduce in svariati permessi di lavoro da richiedere in azienda (a meno che non siate liberi professionisti); stress dovuto all'inesperienza, decisioni prese frettolosamente che poi possono tradursi in errori/orrori irrimediabili... Non è possibile ristrutturare solo il sabato e la domenica!


 

Spero che queso articolo ti sia piaciuto ma soprattuto ti sia utile per il momento giusto!


Ci vediamo sulla mia pagina Instagram @selenadaldossoarchitetto


e sulla pagina Facebook Selena Dal Dosso Architetto



A presto,

S.






Comments


bottom of page